Ente di formazione accreditato dalla regione Abruzzo

L’operatore di tatuaggi e piercing è un mestiere in bilico tra arte e salute.
Un po’ artista e un po’ operatore della salute e del benessere, chi realizza piercing e tatuaggi si dedica a una pratica di nicchia piuttosto radicata in tutta Italia. A partire dalla fine degli anni Sessanta, infatti, l’arte di decorare il corpo, la cosiddetta ‘body art’, ha iniziato ad avere una diffusione sempre più capillare. Da allora, riviste specializzate e tattoo convention sono sempre più diffuse a livello nazionale, mentre persone che hanno iniziato a tatuare spinte unicamente dalla propria passione, si sono ritrovate a fare del loro hobby preferito una professione vera e propria. Negli ultimi dieci anni si è assistito in Italia dapprima al risveglio di un certo interesse per il tatuaggio “professionale”, cosiddetto per identificare il tatuaggio moderno effettuato con tecniche evolute garantito dal punto di vista sanitario, e per il piercing, poi, negli ultimi cinque o sei anni, all’esplosione di un vero e proprio boom di moda, una moda senza crisi.
Oltre la metà degli iscritti ai corsi si è laureata all’Accademia delle Belle Arti. Per tutti, indistintamente dalla provenienza, l’obiettivo è trasformare una passione in un lavoro. Il trend è tutto dalla loro parte. Nel mondo ci sono 20 milioni di persone tatuate, 1,5 milioni in Italia almeno secondo recenti indagini per un fatturato che sfiora i 100 milioni di euro.
Dati confermati anche dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali tramite l’Isfol, nel periodo 2011-2016 per  la classe professionale “Operatori della cura estetica” in cui sono compresi anche gli operatori del tatuaggio e/o piercing  si prevede una variazione occupazionale di circa 4.8%, valore al di sopra della crescita occupazionale media nel periodo ( – 0.2 % ). Lo stock di occupazione dovrebbe aumentare di circa 11823 unità. La costante diffusione dei tatuaggi e dei piercing fra i giovani ed il conseguente aumento di operatori in grado di praticarli ha reso necessario emanare regole di comportamento affinché tale attività possa essere svolta in condizioni di sicurezza, il Consiglio Superiore della Sanità-Ministero della Salute nel marzo 1998, ha infatti emanato le Linee guida per l’esecuzione di procedure di tatuaggio e piercing in condizioni di sicurezza, regolando i seguenti aspetti:

  • norme igieniche dove esercitare l’attività;
  • caratteristiche e tipologie dei materiali usati e sistemi di protezione  degli operatori;
  • requisiti professionali degli operatori stessi;
  • sistemi di sterilizzazione e di smaltimento dei rifiuti.

L’obiettivo formativo finale del corso  proposto è quello di creare una figura professionale  altamente qualificata in merito a trattamenti di tatuaggio e piercing. Verranno fornite agli allievi appropriate conoscenze e competenze igienico-sanitarie e tecnico-artistiche per effettuare tatuaggi permanenti e decorazioni di tipo semi-permanente e temporaneo nonché le conoscenze e le tecniche per effettuare piercing ed interpretare i rischi connessi alle tecniche, al fine di ottenere un rigoroso rispetto delle indicazioni per l’esecuzione in condizioni di sicurezza delle connesse attività.

2 risposte a Corso per operatore di Tatuaggio e Piercing

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Best Ideas S.r.l. - Ente di Formazione Accreditato  dalla Regione Abruzzo



O.D.F. accreditato dalla Regione Abruzzo a norma del D.M. n° 166/2001 e delle Deliberazioni G.R.  [...]


 Carta della qualità 



E' PREVISTO UN CONTRIBUTO FINO AL 70% RISERVATO AI COLLABORATORI DELLE AZIENDE CHE ADERISCONO AL FONDO PROFESSIONI [...]


Altri accreditamenti:






Articoli precedenti suddivisi per mese: